Passion Fruit

Le Origini
Originario del Brasile, il suo nome scientifico è Passiflora Edulis. Si pensa che il nome di questo frutto faccia riferimento alla passione di Cristo Gesù. Il missionario Agostiniano Emmanuel de Villegas portò questa pianta in Europa nel 1610 dopo un viaggio in Messico in quanto colpito dalla particolare forma del fiore. Nei tre steli si vedono i chiodi della crocifissione, gli stami rappresentano le piaghe di Gesù, circondati dalla corona di spine, il ricettacolo sarebbe il calice ed i petali la veste del signore.
Da Dove Viene?

La zona di origine di questo frutto è il Brasile anche se viene coltivato anche in Perù, Colombia e Sud Italia.

Come Si Mangia

Il frutto della passione viene mangiato fresco semplicemente aprendo in 2 il frutto e mangiando dentro con l'aiuto di un cucchiaino. Si presta anche per la preparazione di marmellate, confetture e succhi.

Perchè Fa Bene
Esso rappresenta una ricca fonte di B-carotene e fibra alimentare, ma sono presenti anche Potassio, Magnesio, Zinco, vitamina A e Omega 6. E' ideale per chi soffre di ritenzione idrica, di gastrite e colite, ed è utile a prevenire malattie cardiovascolari, possiede anche proprietà antiossidanti.
Come Conservarlo
Si conserva bene, per via della pelle spessa he lo protegge. Se è ben maturo, si conserva fino a una settimana in frigorifero.